La Porta Terra a tranci

Il 16 novembre 1907 si comincia ad affettare le mura della Porta Terra. Carmine Rizzo fu Salvatore, Nicola Lazzari di Ippaziantonio e Francesco Coluccia  di Medico, proprietari e domiciliati in Castro, sono a Vignacastrisi alla strada Barone davanti a Giovanni Bacile di Castiglione, figlio del barone Filippo di Spongano che su procura agisce per conto della Baronessa Colomba Rossi. E’ presente il notaio Giannuzzi di Spongano che

Leggi tutto