Da Blogg PP – Proloco

Tirato su un veloce progetto di carretto.

Non tutti i particolari sono definiti (o svelati). Credo siano a posto le misure antropometriche (considerato un guidatore di statura 1,65-1,70).

Un lavoro fatto quanto più possibile in legno, ben rifinito, che se alla fine della storia non si scassa, possa essere appeso a un muro come un bell’oggetto da conservare.

Da Blogg PP – Proloco

Nel dettaglio, una scocca fatta da un unico pannello di legno multistrato, con alcuni rinforzi sottoscocca, posizione seduta, sterzo all’avantreno comandato direttamente dai piedi, freni doppi sui due fianchi a leva con sfrisciamento diretto a terra.

Da Blogg PP – Proloco

Sterzo e avantreno a cavallo della scocca (che resta sotto appesa da un perno). Due sagomature per puntare e tenere fermi i piedi.

Da Blogg PP – Proloco

Il retrotreno è fisso con una piccola spalletta in legno per fermare lo scivolamento posteriore del guidatore.

Da Blogg PP – Proloco

Un piccolo cuscinetto come sedile al centro per favorire il guidatore ed evitare lo scivolamento sul legno nudo.

Da Blogg PP – Proloco

I freni sono a leva, tirando su frenano e consentono anche di tenersi aggrappati alla scocca in ogni momento.  Considerato che le ruote a cuscinetto (metallo) hanno un’aderenza praticamente nulla sull’asfalto, le leve potrebbero  aiutare nelle sterzate in curva. Alla base dello strisciamento è da inchiodare una striscia di copertone.

Da pensare a come sostituire velocemente alcuni pezzi a maggior rischio di crash.

Cliccando sulle foto potete scaricare la foto a risoluzione maggiore.

Lascia un commento