Da Il Blog di Piazza Perotti – Archeologia

Sono iniziati da poco i lavori di scavo archeologico finanziati dal Progetto Sviluppo Italia della Associazioni Casse di Risparmio di Italia per la valorizzazione delle mura messapiche.

I lavori prevedono la creazione di un percorso tra i due punti forti dei resti delle mura preromane in Castro. L’area sulla cortina ovest del Castello e l’area a sud dell’Acropoli. Alla data della progettazione non sono ancora noti i sorprendenti risultati dell’area della vecchia Chiavica.

In prossimità del Castello, grazie alle cessioni bonarie dei proprietari dei piccoli terrazzini, è prevista un’organica campagna di scavo per l’esatta conoscenza dello sviluppo delle mura ellenistiche alla base del Castello.

Da Il Blog di Piazza Perotti – Archeologia

I lavori vengono avviati sul finire del giugno 2007 dopo lo spoglio dei muretti divisori e di alcune parti di terrazzamenti superiori. Le osservazioni sono svolte da laureati dell’Università di Lecce sotto la Direzione del Prof. F. D’Andria. Lo studio si concentra su una successione di strati orizzontali di tufina e terre rosse ben cementati alla base del Castello. La sezione di taglio è già ben evidente all’avvio dei lavori.

Da Il Blog di Piazza Perotti – Archeologia

La prima vera scoperta:

– a breve dispanza dalle mura messapiche che sono alla base del Castello sono ritrovate due basi (conci) in posizione originale con livello superiore pressoché uguale al piano di spiccato della vicina Torre Circolare.

Da Il Blog di Piazza Perotti – Archeologia

Vista verticale dall’alto del Castello

Da Il Blog di Piazza Perotti – Archeologia

Vista dalla Torre Circolare

Lascia un commento