Oscar Nuccio
ALFREDO CODACCI PISANELLI – Atti Parlamentari per “Le Puglie” la “Terra d’Otranto” il “Capo di Leuca” 1897-1925

TorGraf Galatina (LE) – Marzo 1999 – 415 p. ; ill. ; 20 cm

Pubblicazione curata dal Comune di Tricase e patrocinata anche dalle Terme di Santa Cesarea e l’Università La Sapienza di Roma a cura di Oscar Nuccio con prefazione di Vittorio Aymone.

Riporta in modo integrale gli interventi alla Camera del parlamentare selentino di tutte le legislature cui fu eletto.

Una biografia personale e uno spaccato storico-politico dell’Italia in cui Codacci Pisanelli si trovò ad operare nel lungo periodo (1897-1925) che va dall’unità d’Italia all’affermazione del fascismo introducono all’attività parlamentare di uno dei più noti politici salentini. Dalla lettura dell’opera è facile cogliere anche molto dell’attività politica dei parlamentari e dei numerosi governi che si sono succeduti fino alla crisi della democrazia nel 1922.

Le interrogazioni parlamentari per sapere se anche nel Salento (1904) sarebbe stato esteso l’Acquedotto Pugliese la cui opera era stata già avviata per il nord della Puglia, le interrogazioni per chiedere e sollecitare la costruzione del porto di Tricase, quelle per reprimere la pesca con gli esplosivi, una discutibile presa di posizione sul lavoro minorile, e poi ancora sulla costruzione di fabbriche di trasformazione del tabacco, ferrovie,  interventi che preludono a quello più significativo del 1 giugno 1903 sulle Condizioni della Provincia di Lecce in cui Alfredo Codacci Pisanelli descrive lo stato agonizzante dell’agricoltura e dell’economia del Capo di Leuca, le trasformazioni agricole introdotte e i fallimenti colturali che portarono alla fame e al fallimento molte famiglie salentine, fino alla stessa emigrazione nel nuovo continente.

Contiene la breve interrogazione (28 aprile 1903) al ministro per i Lavori Pubblici sulla opportumità di far redigere dal Genio civile un progetto per la sistemazione del porto di Castro di Diso e molte notizie sul distacco dei paesi di Vitigliano e Cerfignano, rispettivamente dai comuni di Ortelle e Minervino, con la faticosa formazione del nuovo comune di Santa Cesarea Terme.

Lascia un commento