il Progetto Enea – Antandros & Castro & Roma

Si dice che Enea fuggi da Troia, fino al porto di Antandros, per imbarcarsi in un viaggio che fece la storia dei popoli. C’è ancora gente che non crede nelle leggende, e sbaglia, perchè da qualche secolo le leggende hanno cominciato a vendicarsi, specie quelle che hanno a che fare con la città di Troia. Dalle scoperte di Einrich Schliemann a quelle del tempio di Athena frigia a Castro, passando per la Mappa di Soleto, tutto i meandri della verità storica scorrono sempre e solo lungo i racconti che hanno attraversato per secoli e secoli il Mediterraneo. Virgilio, alla fine del periodo repubblicano, riassume in una sola opera questi echi che per quanto ci riguardano parlano di un tempio dedicato a Minerva e di una origine cretese per la nostra città, e tutto pare tornare, dopo anni di scavi archeologici, a queste verità di racconti e di poemi rimbalzati per mille anni dalle coste dell’Egeo a quelle dello Ionio.

Antandro è una piccola città sull’Egeo in Turchia che come la nostra Castro sta riscoprendo e si sta riprendendo la sua storia plurimillenaria riconfermando legami col mondo occidentale che secoli di diverse dominazioni non hanno mai cancellato. Desiderosa di legarsi all’Europa degli Stati, la Turchia riscopre in questi anni i legami più ancestrali e romantici col mondo latino e finanzia questo grande progetto di questo nuovo viaggio lungo la rotta di Enea che prevede la costruzione di Tempesta un legno armato secondo le arcaiche tradizioni marinare che dovrà solcare a breve una delle rotte marinare più famose della storia.

Così come Virgilio nel suo tempo si sforzò di dare nobili, eroiche e divine origini al suo imperatore, così oggi la Turchia ha interesse a riprendere i rapporti con Roma, la culla del mondo occidentale, e lo fa riprendendo miti e storie letterarie tra le più conosciute e preganti della cultura mondiale. Anche se il rapporto con la Turchia per noi non si è mai interrotto tra i tristi scontri religiosi e le immigrazioni di santi cristiani dall’Anatolia.

Il progetto “Europa e Anatolia: un legame storico e mitologico; Castro e Antandros” si colloca all’interno del progetto Turchia e Unione Europea, iniziativa in omaggio all’arte, alla cultura e al dialogo tra popoli ed ha come punto di partenza proprio l’ENEIDE, l’opera letteraria dello scrittore latino Publio Virgilio Marone (Roma 70-19 a.C.);

I partners sono oltrechè l’Unione Europea, nella persona del Ministro per gli Affari Europei Egemen Bağış, la Pro Loco di Castro e dell’Associazione per la Salvaguardia e la Tutela della città di Altınoluk/Antandros.

 Probabilmente sarà l’evento della prossima estate con l’arrivo al Porto di Castro di questa nave carica di storie, leggende e tanta letteratura.

Il progetto, che ha visto già molti incontri tra i rappresentanti delle due città, l’ultima nell’agosto del 2011 quando il nostro sindaco Luigi Carrozzo e il prof. Francesco D’Andria sono stati ospiti in Turchia per il lancio del progetto, ora verrà illustrato anche a Castro da una delegazione di cittadini e rappresentanti di Antandro tra cui il loro sindaco Altınoluk Özpolat alla guida di una delegazione di circa 20 persone.

In contemporanea alla presentazione del progetto è allestita una mostra di una decina di pannelli a cura del Centro di Educazione Ambientale di Andrano (C.E.A.) che illustrano, anche con informazioni mai finora pubblicate, le tecniche della marineria dalle prime esperienze dell’uomo sul mare (VII millennio a.C.) ai giorni nostri, molto interessanti per chi è appassionato di nautica, corredate di molte foto di reperti e schizzi di dettaglio.

L’incontro sarà domani Lunedì 9 luglio 2012 alle ore 19,00 presso il Castello di Castro e anche se l’orario è un po anticipato per la solita uscita serale vediamo di esserci e sostenere l’iniziativa.

Lascia un commento