La Perseveranza

La Perseveranza

Concludiamo il trittico dedicato alla vite in questo angolo di Salento con questo articolo che avrà per tema la persistenza. Persistenza come permanenza fisica dei residui florali ma anche culturali benché relegati spesso nei confini stretti del ricordo e della nostalgia. Chi ha letto gli altri due articoli sa ormai bene di cosa parliamo, di una economia, quella vinicola, che si troncò  agli inizi del secolo per

Leggi tutto

Testimoni: il Bibito

Testimoni: il Bibito

Ancora un secondo articolo sulla vite che più non fu, almeno su questo versante adriatico del Salento meridionale dopo i danni della fillossera. Sarà un articolo puntuale, quasi ad personam, ma che nella sua singolarità riassume la speranza di una rinascita colturale, quasi una via di uscita alla dittatura della foglia del tabacco a cui fummo incatenati e di cui oggi restiamo dolorosamente orfani. La testimone è

Leggi tutto

P. Parenzan – Il mistero della “Zinzulusa” svelato

P. Parenzan – Il mistero della “Zinzulusa” svelato

P. Parenzan – Il mistero della “Zinzulusa” svelato Storia e Biologia dell’interessante grotta di Castro marina in terra d’Otranto (Puglie). estratto da “STUDIA SPELAEOLOGICA” – maggio 1958 Tip. G. Di Blasio Napoli Piccola pubblicazione, con foto e illustrazioni, del 1958 che riporta le conclusioni delle prime organiche esplorazioni condotte da Pietro Parenzan nella Grotta Zinzulusa. Il volumetto con dedica in copertina dell’autore riporta tra le pagine appunti

Leggi tutto

Diso – Cocumola, la via degli uragani

Diso – Cocumola, la via degli uragani

Se a Diso si onora la Madonna dell’Uragano una ragione attinente di sicuro ci sarà, e infatti  il 10 settembre del 1832 un terribile ciclone butta giù la chiesetta di San Sisinnio quella vicino al Calvario e  un uomo, Filippo Borlizzi, ci resta sotto. Danneggiato gravemente anche il campanile della chiesa matrice che poi fu integralmente rifatto nel 1905. A Diso, l’uragano  farà altre due vittime e 

Leggi tutto

Il Porto che non fu

Il Porto che non fu

Uno cerca in tutti i modi e nel modo più attendibile possibile,  le testimonianze del passato, quasi scoraggiandosi, poi alla fine quello che voleva conoscere gli arriva a sorpresa per posta sotto forma di una banale strenna natalizia. Il progetto del Porto di Castro del 1905. Avevamo già parlato degli interessamenti in Parlamento dell’On. Codacci-Pisanelli perchè anche a Castro, dopo Tricase, si appprontasse un porto sicuro di

Leggi tutto