Il Rito del Porco

Il Rito del Porco

Fotocronaca di una morte annunciata – Vent’anni fa nel Salento c’erano ragazzi che forse si facevano poche (o troppe) domande. Una strana forza di volontà, quasi di sopravvivenza, li alleava coi più anziani a perpeturare riti che si rinnovavano nell’identità comune. Chi a perseverare la musica etnica, chi a salvare una ricetta, chi i valori di una cultura nata contadina. A Ortelle toccò la Pirilla e il

Leggi tutto

18 scatti di Ippazio Rizzo

18 scatti di Ippazio Rizzo

Sono diciotto scatti stampati in bianco/nero in formato molto piccolo. E’ la Castro degli anni ’70, sulle barche e sulle panchine facce ancora note e ricordate. Il mondo arcaico della pesca stava finendo, il turismo di massa si era affermato. Ricordi della nostra infanzia: i nuovi Camerini, il Gabbiano col pontile mobile, l’avvocato dei rizzi… A girare nei cassetti si trovano tante piccole emozioni. Un grazie a

Leggi tutto

Natale in corto

Natale in corto

Concorso per cortometraggi – 1^ Edizione – 30.12.2011 – Castello di Castro Padronanza della ripresa, sentimenti, passioni ma anche solo tanta buona volontà. Sei i corti in gara per il primo concorso Natale in Corto organizzato dalla Pro Loco di Castro a fine anno per la prima edizione. Giuria di assoluta qualità, tra cui il regista romano di origini pugliesi Giovanni Albanese a cui è stato consegnato

Leggi tutto

Un regalo prezioso

Un regalo prezioso

29 scatti fotografici dall’album di famiglia di Maura Lazzari. Sono alcune foto in bianco nero, che oltre a dimostrare una certa perizia con l’arte fotografica, rappresentano scorci, architetture e persone di Castro. Sono tutte molto interessanti, in particolare questa vista del Porto Nuovo, dove si vedono ancora in corso i lavori del nuovo muraglione. Anche dove la foto va a ritrarre uomini o gruppi di persone è

Leggi tutto

Sventola ancora

Erano gli anni che sotto Sant’Emiliano sbarcavano ogni notte i curdi. Si arrampicavano per quell’irta salita che la scogliera presenta tra Otranto e Badisco e che persino neppure i locali conoscono. Camminavano in fila indiana in silenzio fingendosi trasparenti per ogni litoranea salentina con una povera busta di plastica in mano. Se non li fermavano subito erano capaci di essere a Milano già il giorno successivo. Una

Leggi tutto