Abbonati
un blog dedicato a Castro e dintorni

Castro Film Festival 2016

Castro Film Festival 2016

Va a I figli di Medea il primo premio per la categoria Fiction del V° Castro Film Festival 2016. Il cortometraggio del regista Mauro Di Rosa, prodotto dall’Associazione culturale En Art, girato a Pozzuoli nel 2015 prende anche il premio speciale per il miglior montaggio.

Il quartiere di Monterusciello è il luogo dove si intrecciano le vite dei giovani personaggi che vivono e resistono in un panorama di stenti e sacrifici, un panorama diventato ormai il background di un certo cinema di maniera. Ma nei pochi minuti di sviluppo di questo corto, le storie dei personaggi principali  si incrociano e si montano spesso cinematograficamente tra loro a descrivere, a volte pure con una vena ironica e grottesca, una sofferenza generazionale comune. Malattie da inquinamento, killer che non chiedono documenti prima di sparare e un ingrato quanto sconosciuto lavoro al Nord da tale zio Alfonso, spostano quello che potrebbe essere un realistico documentario sul sociale campano  nella più classica fiction cinematografica.

13433333_10210177281736488_5626931314199319388_o
Il secondo posto va a “Se fossi donna” di Marco Spinelli, un corto inedito presentato da Spinelli. Una produzione minimalista con un unico personaggio in un surreale dialogo con un’auto guasta in aperta campagna.

13443151_10210177338657911_6661597828373514652_o
Kelime” di Federico Mudoni prodotto da Springo e co-prodotto dal Liceo Scientifico Statale “Da Vinci” di Maglie prende il terzo posto e si aggiudica aanche il premio speciale come miglior regia e miglior fotografia. Il corto già premiato in altre rassegne tratta un tema di respiro più internazionale come il terrorismo.

13422440_10210177290536708_5415796990597127302_o

Per la categoria Videoclip “Sotto il cielo dell’ILVA” di Francesco Lorusso si aggiudica il primo posto, grazie anche alla buona traccia musicale che veicola, al montaggio rapido e una narrazione che potrebbe collocarlo anche nella categoria della fiction vera e propria.

Tra i corti presentati per la categoria “Promozione” è “Salento, il nostro lavoro” curato da Broga Doite che si aggiudica il primo posto. Buona fotografia, messaggio efficace sostenuto da una voce declamante di assoluto livello.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Download PDF

Lascia un commento

Disclaimer

Tutti i contenuti di questo blog sono generalmente creati dall'autore e possono essere liberamente utilizzati da tutti per studio e divulgazione. Gli articoli e le immagini che si riferiscono a persone non possono essere utilizzate se non con il consenso degli interessati. Violazioni della privacy o riferimenti indesiderati, su semplice richiesta, saranno rimossi.

Login Form

Code feed