Antonio LAZZARI
La preistoria Salentina e Grotta Romanelli
da Almanacco Illustrato “Terra d’Otranto” compilato da Clodomiro Conte.
Volume II – 1932 – Pagg. 274-279
Lecce – Tipografia Ed. Vincenzo Conte

Antonio Lazzari interviene con queste brevi note a difesa delle tesi di Stasi e Regàlia circa la frequentazione in epoca paleolitica di Grotta Romanelli. Il Lazzari critica alcuni punti dedicati alla preistoria locale da P. Marti nel suo “Nella terra di Antonio Galateo” dove afferma la sola presenza neolitica in Terra d’Otranto.
Risuonano gli echi della polemica con il Pigorini, eminenza dell’archeologia ufficiale, che sempre negò la presenza paleolitica dell’uomo nell’Italia Meridionale.
Il saggio cità alcune date significative, per esempio le date degli scavi già svolti dal Barone Blanc (1914 e 1928) e le modalità della “scoperta” scientifica della grotta.

Il breve saggio, probabilmente, è stato stampato anche in altre pubblicazioni. Questo è estratto da uno dei tanti almanacchi che fiorirono nel ventennio fascista.
Documento disponibile in .pdf a questo link

Lascia un commento